Comune di Calasetta

Benvenuti nella Rete Civica del comune di Calasetta

Il sito contiene delle sezioni informative riguardanti l'Amministrazione comunale ed il territorio del comune

Comunicati stampa

Navigazione sicura a Calasetta: presto la boa segnaletica alla Secca delle Saline

11 Gennaio 2019

 

Comune di Calasetta

“Navigazione sicura a Calasetta: presto la boa segnaletica alla Secca delle Saline”

Presto la “Secca delle Saline” non sarà più un incubo per le imbarcazioni che solcano le acque di Calasetta, al largo dei litorali di “La Salina” e “Spiaggia Grande”. Nei prossimi giorni, su mandato dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Vigo, si procederà con la collocazione di una boa luminosa – concepita anche per il funzionamento notturno – in corrispondenza di uno dei punti più famigerati dei fondali isolani.

«Alla luce dei frequenti e incresciosi episodi di incaglio nella secca – spiega il primo cittadino – l’intervento era più che doveroso: nel corso degli anni tante imbarcazioni si sono trovate in difficoltà proprio a causa della presenza della secca che, per la sua conformazione, risulta insidiosissima».

Basti pensare al caso del veliero “Carolin” (battente bandiera tedesca) che nel 2016 naufragò davanti alle coste calasettane proprio in seguito all’urto con le secche.

«Il progetto di collocazione della boa era nel cassetto da tempo – aggiunge Vigo – una volta incassate tutte le autorizzazioni e le indicazioni precise sulla tipologia di struttura galleggiante da scegliere, possiamo passare all’azione, garantendo l’incolumità dei navigatori».

Per quanto attiene la copertura finanziaria, il piano può contare su una parte degli investimenti di un fondo misto (comunale e regionale per un totale di 250 mila euro) legato alla sicurezza in mare: «Nello specifico, l’intervento della boa luminosa richiederà una spesa di circa 20 mila euro», conclude Vigo.

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

Lettera aperta al sindaco di Carloforte sull'Area Marina Protetta - Arcipelago del Sulcis

09 Gennaio 2019

 

Lettera aperta dei sindaci di Calasetta e Sant'Antioco al primo cittadino di Carloforte

 

Oggetto: Area Marina Protetta- Arcipelago del Sulcis

 

Carissimo Salvatore,

con la presente manifestiamo pacatamente, nel pieno rispetto dello spirito di collaborazione che anima l’Unione dei Comuni “Arcipelago del Sulcis”, il nostro dispiacere per avere appreso dalla stampa dell’iniziativa singola e isolata avviata dal Comune di Carloforte in riferimento all’istituzione dell’Area Marina Protetta “Isola di San Pietro”.

 

Dispiaciuti e amareggiati, dunque, perché restiamo fermi nella convinzione che, così come previsto dalla normativa di riferimento sulle AMP, solo un’Area Marina Protetta che coinvolga le Isole di San Pietro e Sant’Antioco, nonché il vicino Comune di Portoscuso, possa assicurare i benefici attesi dalle Comunità che abbiamo l’onore di rappresentare. Solo con una ferma unione di intenti possiamo garantire sviluppo, tutela delle nostre risorse marine e nuova occupazione.

Del resto, carissimo Salvatore, avevamo avviato, in sede di Unione dei Comuni “Arcipelago del Sulcis”, un progetto comune e condiviso e si era anche ipotizzato di individuare il Comune di Carloforte quale capofila. Confermiamo, oggi, la volontà di considerare il Comune di Carloforte capofila del suddetto progetto e cogliamo l’occasione per invitarTi a ritornare allo spirito iniziale, in modo che l’Area Marina Protetta diventi un’opportunità per l’intero territorio. L’istituzione dell’AMP dell’Arcipelago del Sulcis non è più rinviabile ed è necessario coinvolgere tutte le comunità, dalle Amministrazioni Comunali alle rispettive marinerie, dagli operatori del settore ai cittadini. Tutti siamo coinvolti: il territorio è pronto per l’istruzione dell’AMP, giacché è forte la consapevolezza che non sia più possibile prescindere dall’adozione di questo strumento, determinante per il futuro del nostro territorio.

Occorre abbandonare il pensiero che sia possibile correre da soli ipotizzando la formazione di due AMP nello stesso comparto marittimo: il sito ministeriale che definisce l’Area di reperimento individua in modo univoco il perimetro territoriale marino che comprende sia l’intero perimetro dell’Isola di Carloforte, sia il Canale di San Pietro. Ovvero: le due Isole e il Comune di Portoscuso. Per queste ragioni, è indubbiamente inefficace e dispersivo attivare una procedura su più fronti, tanto quanto chiederla come singolo Comune.

Siamo certi che, in un’ottica di collaborazione e di unione, il progetto possa così acquisire maggiore credibilità, poiché supportato dall’intero Arcipelago e in collaborazione col Comune di Portoscuso.

Certi della Tua comprensione e dell’intenzione di voler ritornare allo spirito iniziale e condiviso, cogliamo l’occasione per rinnovarTi la nostra stima e il nostro affetto,

 

Ignazio Locci                                                                                                                                 Antonio Vigo

Sindaco Comune di Sant’Antioco                                                                      Sindaco Comune di Calasetta

 

Leggi tutto

Accordo tra Comune e Telecom per la Torre Sabauda: antenne per potenziare il segnale e nuova scala di accesso

30 Dicembre 2018

Comune di Calasetta

“Accordo tra Comune e Telecom per la Torre Sabauda: antenne per potenziare il segnale e nuova scala di accesso”

Rimessa in sicurezza della scalinata di ingresso alla Torre Sabauda e potenziamento del segnale telefonico nel territorio comunale. È duplice l’obiettivo cui mira il recente accordo siglato tra il Comune di Calasetta e l’azienda di telefonia Telecom: quest’ultima, nel prossimo mese di gennaio verserà nelle casse dell’ente la somma di 48 mila euro, corrispondenti a 6 anni di canone anticipati (8 mila euro all’anno) per il posizionamento di due antenne di ricezione di segnale in cima alla Torre.

Grazie all’importo, il Comune potrà infatti garantire la risoluzione di due problemi che da tempo presentano forti criticità: lo scarso segnale telefonico (relativo anche alla telefonia mobile) e le precarie condizioni della rampa di accesso alla Torre Sabauda, chiusa al pubblico dall’agosto scorso proprio per ragioni di sicurezza dovute all’usura della scalinata che conduce al primo piano.

«La compagnia telefonica collocherà due antenne, ciascuna di 50 centimetri di altezza, sulla sommità della Torre – spiega il sindaco Antonio Vigo – versando anticipatamente l’intera somma di canone di spettanze: questo consentirà l’immediato potenziamento del segnale telefonico e la costruzione della nuova scala».

L’attuazione del progetto, che in conferenza di servizi ha incassato i pareri favorevoli di tutti gli enti interessatiUfficio di tutela del paesaggio e Soprintendenza ai beni architettonici in primis», precisa il primo cittadino), porterà alla realizzazione della nuova rampa. Ovvero: demolizione della vecchia gradinata in cemento armato, costruita negli anni ’80 e ormai compromessa da tempo e usura, e costruzione di “una nuova scala, avente la stessa geometria di quella esistente, in acciaio zincato a caldo e colorato in conformità alle indicazioni dei funzionari della competente Soprintendenza”, come riporta la relazione paesaggistica. Da qui, la possibilità di riaprire al pubblico uno dei poli di interesse storico-culturale del Comune, spesso eletta a location di eventi e mostre.

Con la dotazione finanziaria frutto dell’accordo tra Comune e Telecom, si garantirà anche il miglioramento della circolazione stradale dell’area con «la collocazione di dissuasori e nuova segnaletica», precisa Vigo. Attente valutazioni hanno riguardato anche l’ubicazione delle antenne: «Date le dimensioni ridottissime – prosegue il sindaco – non saranno visibili, evitando qualsiasi forma di impatto visivo ed estetico, aspetto fondamentale alla luce dello status della Torre Sabauda di bene culturale». Nel contempo, il nuovo impianto migliorerà sensibilmente il problema della scarsa ricezione dei dispositivi di telefonia mobile nel territorio comunale.

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

“Progetto Ràixe: un museo per tutelare il patrimonio dei tabarchini”

22 Dicembre 2018

Comune di Calasetta

“Progetto Ràixe: un museo per tutelare il patrimonio dei tabarchini”


Il nome del progetto è essenziale ed eloquente nel contempo: “Ràixe – Spazi digitali per la cultura tabarchina”. E mira dritto al bersaglio: recuperare, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio immateriale della comunità tabarchina. Come? Creando un grande archivio digitale che sfoci nella realizzazione di uno spazio museale “a tema” nel cuore di Calasetta.

Sono queste le linee (o, per citare il progetto, le cosiddette “macroazioni”) del disegno concepito dalla cooperativa sociale onlus “Millepiedi” che di recente ha incassato l’approvazione per l’assegnazione di un finanziamento della Regione Sardegna (del bando “Domos de Sa Cultura”), assicurandosi una dotazione di 90 mila euro, cui se ne aggiungeranno altri 32 mila a cura della onlus.

L’obiettivo è importante: strappare all’oblio e tutelare attraverso gli strumenti della memoria digitale l’immane patrimonio culturale dei tabarchini, con la sua messa in rete ai fini della fruizione pubblica. Perché il sistema identitario dei tabarchini, proprio per il suo carattere immateriale ovvero radicato (e qui ritorna con eloquenza il concetto di ràixe, radici) nelle trame dell’oralità, non deve andare perduto e merita anzi di essere preservato. Anche attraverso i contatti con le istituzioni e gli attori locali.

«Il dialogo con le altre comunità è fondamentale – spiega Marzia Varaldo, presidente della “Millepiedi” – per questo, negli ultimi tempi, abbiamo organizzato degli incontri anche a Carloforte allo scopo di stimolare il confronto sui temi-chiave del progetto, nell’ottica del coinvolgimento di tutte e cinque le comunità con la stessa origine culturale: oltre a Calasetta e Carloforte, anche Tabarka, Nueva Tabarka e Genova-Pegli».

Dello stesso avviso, il vicesindaco di Calasetta Remigio Scopelliti: «Queste realtà hanno ripreso i contatti e collaborano con entusiasmo al progetto – osserva – siamo inoltre particolarmente felici del rinnovato rapporto tra Calasetta e Carloforte».

Prima della realizzazione dello spazio museale, nell’ambito di una programmazione che si articola nell’arco di 24 mesi e si pone come termine il gennaio del 2020, è dunque fondamentale l’aspetto dell’archiviazione: «Sono iniziate le fasi di digitalizzazione che confluiranno nel museo: abbiamo potuto contare, tra gli altri, sulla disponibilità e sulle conoscenze di Remigio Scopelliti», aggiunge Varaldo.

Il Comune di Calasetta, inoltre, ha dato il suo contributo al progetto mettendo a disposizione i locali di via Umberto, destinati a vestire i panni del polo digitale, e ha aperto le porte dell’archivio comunale (cui si è aggiunta la collaborazione degli archivi di Sant’Antioco e Carloforte) allo scopo di rispettare i punti cardine di “Ràixe”: preservare il sapere senza immobilizzarlo, e renderlo bacino di consultazione e di approccio conoscitivo per i tabarchini stessi e per i curiosi, anche in vista delle naturali ripercussioni sul versante turistico.

«La realizzazione concreta di un simile progetto ha un’indubbia rilevanza culturale – osserva ancora Scopelliti – e sono certo che possa fornire un contributo forte alla nostra missione: ottenere, da parte dell’Unesco, il riconoscimento di patrimonio immateriale dell’umanità per l’eredità culturale dei tabarchini».

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

“Riqualificazione di Strada Vitale: la Giunta di Vigo approva il progetto”

13 Dicembre 2018

Comune di Calasetta

“Riqualificazione di Strada Vitale: la Giunta di Vigo approva il progetto”

 

 

All’intensa stagione dei lavori pubblici promossi dall’esecutivo di Antonio Vigo, si aggiunge un nuovo progetto di potenziamento della viabilità: la messa di sicurezza della “Strada Vitale”.

La via risulta inserita nella fitta rete extraurbana del Comune di Calasetta e, partendo dalla strada percorsa per raggiungere le località costiere di Mangiabarche e Spiaggia Grande, si dirama nel cuore nella zona rurale dell’isola.

«Nei giorni passati il progetto definitivo-esecutivo è stato approvato in Giunta», annuncia il sindaco Antonio Vigo, «dopodiché si va avanti con le procedure di rito: attualmente è in corso l’avviso per la manifestazione di interesse per i lavori: la scadenza per la candidatura è fissata per il prossimo 20 dicembre».

L’arteria, in precarie condizioni di sicurezza (in passato sono stati realizzati soltanto interventi parziali), è oggetto di un piano di sistemazione sostenuto con 150 mila euro derivanti da finanziamenti dell’Agenzia Regionale per la Gestione e l’Erogazione degli aiuti in Agricoltura della Regione Sardegna (Argea), comprensivo di un cofinanziamento comunale pari al 10 per cento.

Entrando nello specifico degli interventi profilati, si procederà con la pulizia dei bordi stradali, il livellamento dei tratti rocciosi, la rimozione del pietrisco dalle cunette esistenti, la collocazione di un adeguato sistema di deflusso delle acque (nella strada in questione si verifica un fenomeno di ruscellamento) e, naturalmente, il rifacimento della carreggiata.

«La messa in sicurezza di Strada Vitale è importante anche per la sua storia: il progetto era in cosiddetto avanzo vincolato a causa della contabilità armonizzata – prosegue Vigo – poi i fondi sono stati sbloccati grazie a uno disposizione del Ministero dell’Economia e delle Finanze: da qui, la possibilità di portare a compimento l’opera».

Il Comune di Calasetta

 

Leggi tutto

“Promemoria Auschwitz 2019, il Comune di Calasetta finanzia un posto”

07 Dicembre 2018

Comune di Calasetta

“Promemoria Auschwitz 2019, il Comune di Calasetta finanzia un posto”

Il Comune di Calasetta è orgoglioso di aderire al “Promemoria Auschwitz 2019”, il progetto di educazione alla cittadinanza europea gestito dall’Associazione ARCI Sardegna in cooperazione con l’Associazione “Deina”.

L’iniziativa, rivolta ai giovani nell’ottica dell’educazione allo sviluppo a una partecipazione libera e consapevole, si impernia su un appuntamento significativo: il viaggio a Cracovia. La trasferta in terra polacca prevede la visita al Museo Fabbrica di Oscar Schindler, la visita guidata al quartiere e all’ex ghetto ebraico di Cracovia, e quella ai campi di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui è dedicata un’intera giornata.

Chi può prendere parte al progetto? Un/a giovane residente di Calasetta di età compresa tra i 18 e i 25 anni, che sia disposto a partecipare a tutte le fasi del progetto – comprese la formazione post viaggio e le successive restituzioni - pena l’automatica esclusione.

«Siamo felici di finanziare questa iniziativa di indubbio valore culturale – commenta il sindaco Antonio Vigo – una simile esperienza è certamente capace di imprimere un solco profondo nella memoria e nella coscienza dei giovani».

Le spese saranno a carico del Comune di Calasetta (ad eccezione di un contributo di 80 euro che dovrà essere versato dal partecipante prima della partenza).

C’è tempo fino alle 24 di domenica 16 dicembre per candidarsi, cliccando sul link https://docs.google.com/forms/d/181lnIPDeLcCx6dnuOiBmPtvusYnNZb_2Xscf1X-F9cE/viewform?edit_requested=true

Per info aggiuntive e dettagli sul progetto, https://www.facebook.com/events/275781559806886/

Il Comune di Calasetta

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Bando Calasetta Auschwitz.pdf)Bando Calasetta Auschwitz183 Kb
Leggi tutto

Affitto occasionale di abitazioni private a fini ricettivi

06 Dicembre 2018

AFFITTO OCCASIONALE DI ABITAZIONI PRIVATE A FINI RICETTIVI

GUIDA ALL'UTENTE

PRIMO PASSO: comunicare al Comune territorialmente competente (nello specifico, quello di Calasetta) la propria intenzione di locare un’abitazione privata in maniera occasionale e a scopi ricettivi, con l’indicazione del periodo di disponibilità. Come? Scaricando il modulo apposito disponibile al link http://www.comune.calasetta.ci.it/images/a_contenuti/2018/avvisi/locazioni-occasionali/modello.pdf

L’utente dovrà riempire ogni spazio del documento scaricabile e farlo pervenire al Comune di Calasetta scegliendo tre le seguenti modalità:

  • Posta raccomandata: Comune di Calasetta, Piazza Belly 1- 09011 (SU) Calasetta
  • Pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
  • Consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Calasetta: dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 10.30.

SECONDO PASSO: Ottenere l’iscrizione nel registro regionale tenuto dall’Assessorato Regionale del Turismo, Artigianato e Commercio, finalizzato all’attribuzione dell’identificativo univoco numerico (I.U.N.), così come già previsto per le strutture ricettive.

Come fare? Anche in questo caso sarà necessario scaricare un modulo al link seguente http://www.comune.calasetta.ci.it/images/a_contenuti/2018/avvisi/locazioni-occasionali/richiesta-iun-mod.pdf

Una volta compilato in ogni sua parte, il documento dovrà essere inviato all’Assessorato Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Sardegna. Le opzioni di invio sono le seguenti:

 

- Posta ordinaria: Assessorato Turismo Artigianato e Commercio

Regione Autonoma della Sardegna

Viale Trieste 105, 09123 Cagliari (CA)

- Pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

A quel punto il richiedente otterrà lo I.U.N. (identificativo univoco numerico) e le credenziali di accesso al Sired (il sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati fornito dalla Regione Sardegna alle Province ed alle strutture ricettive per adempiere all'obbligo statistico verso l'ISTAT) per alloggi privati.

 

 

Per ulteriori chiarimenti rivolgersi all’Ufficio Commercio-Attività Produttive del Comune di Calasetta - Dott.ssa Loreta Armeni tel. 0781 887813.

Leggi tutto

“Musica, fiabe e divertimento: il Comune presenta gli eventi di Natale”

04 Dicembre 2018

Comune di Calasetta

“Musica, fiabe e divertimento: il Comune presenta gli eventi di Natale”

Ci saranno le fiabe per i bambini e Babbo Natale con un’enorme sacca per distribuire i regali in piazza. E le note di musicisti pronti a far ballare tutti al Museo Macc, senza dimenticare l’evento classico della super lotteria di Natale.

Il Comune di Calasetta è pronto per il ciclo degli appuntamenti delle feste targati 2018, con un cartellone che, come introduce il delegato consiliare a Turismo e Pro loco Sergio Porseo, «intende conquistare i bimbi e intrattenere i più grandi con un mix di musica e divertimento».

Contando sulla collaborazione del Museo di Arte Contemporanea (Macc) e la Pro loco di Calasetta, l’amministrazione guidata da Antonio Vigo aprirà i festeggiamenti sabato 8 dicembre (alle 17 in Piazza Belly) con “Il lupo che non amava il Natale”, lettura animata unita alle note del pianoforte, a cura dell’associazione Librart.

Domenica 16 dicembre alle 19 andrà in scena al Macc il connubio di musica e voci: la banda musicale della cittadina “Puccini” si esibirà con il coro polifonico “Chorodìa” per il suggestivo “Concerto di Natale”. Il 23 dicembre si entrerà ancora più nel vivo delle atmosfere di festa fin dal primo pomeriggio: appuntamento dalle 15 in piazza Belly con “Il villaggio di Babbo Natale” «dove, nella sua casetta con gli elfi, Santa Claus riceverà le lettere dei piccoli senza scordare una dono-sorpresa per ogni partecipante», anticipa Porseo.

Dopo la lotteria di Natale delle 16.30 (sempre in piazza Belly, a cura della Calasetta Calcio), spazio a uno degli eventi clou del cartellone, fissato per le 19 al Museo Macc: «Visto il successo degli anni passati, abbiamo riproposto la formula della musica raffinata entro i confini di uno spazio museale denso di carica artistica», spiega ancora Porseo. Riflettori puntati, quindi, sulla performance di “Mauro Mulas Quartet featuring Adele Grandulli” con artisti di levatura provenienti dalle file della nota “Paolo Nonnis Band”.

Chiusura ideale, il 6 gennaio, con un appuntamento ancora intriso di toni fiabeschi a cura di “Librart”: alle 17, in piazza Belly, sarà il momento del “Canto di Natale”, una nuova lettura animata e tratta dall’omonimo capolavoro di Charles Dickens.

Il Comune di Calasetta

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Programma Natale.jpg)Programma eventi Natale 2018135 Kb
Leggi tutto

“Sicurezza sportiva: anche il campo di calcio ha il suo defibrillatore”

28 Novembre 2018

Comune di Calasetta

“Sicurezza sportiva: anche il campo di calcio ha il suo defibrillatore”

 

Un defibrillatore nuovo di zecca per gli impianti sportivi del Comune di Calasetta. A partire dalla settimana scorsa, anche il campo di calcio della cittadina di mare dispone di un apparecchio salvavita fondamentale per controllare il ritmo della frequenza cardiaca degli atleti in caso di necessità.

«È una notizia di grande importanza per la nostra realtà sportiva – commenta l’Assessore allo Sport Cristiano Mercenaro – pur essendo una piccola comunità, vantiamo un defibrillatore per il palazzetto e, da qualche giorno, uno per il campo di calcio».

L’installazione del nuovo dispositivo è stata resa possibile in seguito al bando di gara per la pulizia e la manutenzione degli impianti sportivi: «Tra i progetti presentati dalle varie cooperative – spiega l’Assessore – una di queste, “La Locomotiva”, ha inserito il defibrillatore come premialità, aggiudicandosi poi il bando: siamo soddisfatti che le condizioni di sicurezza dei nostri sportivi siano garantite da due questi irrinunciabili macchinari».

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

Scalinata Sottotorre: iniziati i lavori di ristrutturazione

24 Novembre 2018

Comune di Calasetta

“Scalinata Sottotorre: iniziati i lavori di ristrutturazione”

 

A causa del tempo e dell’usura, il suo fascino (dovuto alla posizione invidiabile e alla rilevanza storica) aveva perso smalto, tanto da essere qualificata da una relazione tecnica come “fortemente precaria”. Ma adesso la Scalinata Sottotorre di Calasetta cambia volto, grazie ai lavori di ristrutturazione inaugurati mercoledì 23 novembre.

Con 64 mila euro, provenienti da un fondo Dupim (per lo sviluppo dell’Associazione delle isole minori), si procederà con la riqualificazione strutturale del passaggio che collega il centro di Calasetta alla spiaggia di Sottotorre.

Come spiega il sindaco Antonio Vigo, «stiamo intervenendo con la ristrutturazione della pavimentazione e della canaletta di scolo, e poi con una generale pulizia e sabbiatura della superficie in calcestruzzo».

Le scalinate saranno demolite completamente e ricostruite con masselli di ignimbrite locale su fondo in calcestruzzo, rendendo più funzionali le cosiddette alzate e pedate: «Oltre a rappresentare un passaggio caro ai calasettani, lo stradello è fortemente frequentato dai turisti nel vivo della stagione estivo: questi lavori erano necessari», aggiunge Vigo.

Insieme al potenziamento strutturale ed estetico, il progetto ha pertanto posto l’accento sul versante sicurezza, optando anche per la realizzazione di un corrimano in metallo posto sul muretto esistente e dei corpi illuminanti “segnapasso” incassati nel muretto in calcestruzzo.

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

Strada Calasetta-Calalunga: iniziati i lavori di riqualificazione

20 Novembre 2018

Comune di Calasetta

“Strada Calasetta-Calalunga: iniziati i lavori di riqualificazione”

 

I tempi degli slalom per schivare le voragini e dei percorsi incerti dovuti alla carreggiata irregolare sono finiti. Nei giorni passati hanno preso il via i lavori di riqualificazione della strada Calasetta-Calalunga, resi possibili da un quadro economico complessivo di 102 mila euro (di cui 50885 destinati ai lavori).

Gli interventi sull’arteria comunale (che riguardano oltre 500 metri di tracciato) rappresentano una notizia importante nell’ambito delle opere pubbliche del settore viabilità promosse dal Comune di Calasetta: «La strada collega il paese all’area extraurbana, che comprende le campagne spingendosi fino alle spiagge – commenta Salvatore Altadonna, delegato alla Viabilità – nell’altro senso, l’arteria consente l’ingresso alla zona urbana passando dal Bricco Bardi: si tratta pertanto di una porzione di importanza nevralgica nella rete viaria».

Negli ultimi tempi, tuttavia, le precarie condizioni dell’asfalto avevano fatto guadagnare alla via Calasetta-Calalunga la nomea di strada famigerata capace di mettere a dura prova pazienza e ammortizzatori degli automobilisti. Non solo: le cunette degradate rendevano difficile il deflusso delle acque a causa di sterpaglie e vegetazione depositate lungo i canali di scolo.

Ma adesso la situazione è cambiata: gli operai, dopo le azioni di ripulitura della vegetazione e dello strato di terreno, sono attualmente impegnati nel rifacimento completo del sistema di deflusso delle acque meteoriche con la posa di tubi e pozzetti, «per un totale di sedici tombini», chiarisce Altadonna.

Sul versante della superficie stradale, si procederà poi col ripristino della carreggiata, garantendone una piena regolarità e percorribilità, rendendo così possibile il transito di due veicoli contemporaneamente nei due sensi di marcia e in piene condizioni di sicurezza.

 

Il Comune di Calasetta

 

Leggi tutto

“La Giunta approva il progetto waterfront: il porticciolo di Calasetta cambierà volto”

14 Novembre 2018

Comune di Calasetta

“La Giunta approva il progetto waterfront: il porticciolo di Calasetta cambierà volto”

 

Nell’ambito delle opere pubbliche, è tra gli interventi più imponenti promossi dall’amministrazione guidata da Antonio Vigo. E grazie all’approvazione in Giunta Comunale, risalente a giovedì scorso, il progetto di potenziamento del porticciolo turistico calasettano compie un significativo balzo in avanti preparandosi a cambiare in maniera netta e definitiva la fisionomia del lungomare.

«È la vera e propria opera omnia di questo esecutivo – commenta il sindaco Vigo – capace di mutare sostanzialmente l’aspetto del porticciolo e di profilarsi come biglietto da visita del paese, alla luce della sua vocazione marittima e turistica».

Il progetto, denominato “Lavori di completamento dei banchinamenti di riva, escavi, piazzali, arredi e servizi turistici”, interverrà su molteplici versanti dell’attuale approdo su cui attualmente pesano criticità di varia natura: oggi la viabilità è compromessa da asfalti fortemente degradati e la fruibilità è condizionata dall’assenza di aree destinate al transito di pedoni e da spazi verdi ridotti a sporadici punti.

Con il nuovo disegno, finanziato da un milione di euro erogati nel 2012 dalla Regione Sardegna nell’ambito di un piano di potenziamento della portualità dell’Isola, si procederà dunque alla risoluzione di tutti gli aspetti problematici: «Anzitutto una nuova viabilità con un piano di parcheggi razionalizzato – specifica il primo cittadino – poi la realizzazione di un’ampia passeggiata sul mare, la creazione di oltre 6000 metri quadrati di aree verdi e il completamento di servizi nei punti di attracco».

Dal punto in cui sorge l’edificio “Ex Sicapi” (dove sorgerà una nuova rotatoria) alla “Punta Paese” – estremità portuali dell’approdo – il nuovo waterfront manterrà dunque il tipico andamento semicircolare e, a lavori finiti, avrà una strada a due corsie lunga circa 500 metri (che collega le estremità suddette) e larga 7,50 metri (con corsie da 3 metri ciascuna e gli spazi restanti per l’accesso ai parcheggi); l’intervento richiederà la pavimentazione di 6400 metri quadrati di strade, oggi caratterizzate da avvallamenti e squarci di dimensioni notevoli, nonché dalla presenza di “new jersey” in cemento come indicatori veicolari di traffico. Sul versante parcheggi, il progetto prevede 100 stalli, numero inferiore a quello attuale, allo scopo di favorire lo standard ambientale.

Tra gli aspetti più innovativi, concepiti a misura di cittadino, la creazione di una fascia ciclopedonale: realizzata sulla banchina che costeggia il mare, risulterà riservata al transito di pedoni e ciclisti, in un’area rigorosamente separata dal traffico veicolare.

«Altro punto forte del progetto, la creazione di vaste aree verdi nell’ottica del potenziamento degli arredi urbani», aggiunge Vigo. Il piano approvato include la realizzazione di numerose aree verdi (oltre 6000 metri quadrati), all’interno delle quali saranno collocate tre piazzole destinate all’installazione di strutture di servizio (come attività commerciali, di somministrazione di cibi e bevande).

Contestualmente ai lavori del waterfront, il Comune attiverà le opere per la realizzazione di un impianto di sollevamento fognario volto a evitare i disservizi causati d’abitudine dal flusso delle acque: «I fondi ci sono: si tratta di 250 mila euro di un vecchio fondo del Ministero delle Infrastrutture», precisa ancora Vigo.

Incassata l’approvazione delle Giunta, presto si partirà con la procedura per l’assegnazione dei lavori: stando alle previsioni degli esperti che hanno stilato il progetto definitivo (i professionisti dello studio Ritossa), i lavori richiederanno circa 240 giorni.

«Questo è un progetto al quale teniamo fortemente da sempre – conclude Vigo – i tempi di elaborazione sono stati lunghi e le procedure hanno talvolta subito dei rallentamenti: nel 2016, per esempio, un nuovo codice degli appalti ha compromesso i ritmi di sviluppo del piano programmatico; adesso tuttavia si può andare avanti speditamente».

 

 

Il Comune
Leggi tutto

Pagina 3 di 5

Loading...
Contatti Rete Civica del comune di Calasetta
I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori. Grazie
Inserire il nome
Email errata
Inserire il testo
File permessi: jpg, gif, tiff, png, doc, docx, pdf, rtf, txt
Loading...
Attivazione anagrafe online Rete Civica del comune di Calasetta
Con questa registrazione avrete la possibilità di richiedere e stampare alcuni certificati di anagrafe e di stato civile, per sé e per i componenti della propria famiglia anagrafica, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo senza doversi recare presso gli uffici comunali.
I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori. Grazie
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Codice fiscale non conforme
Numero di telefono mancante
Email errata
Email errata
Allegare documento d'identità
File permessi: jpg, gif, tiff, png, doc, docx, pdf, rtf
File non presente
Devi accettare il consenso.