Comune di Calasetta

Benvenuti nella Rete Civica del comune di Calasetta

Il sito contiene delle sezioni informative riguardanti l'Amministrazione comunale ed il territorio del comune

Comunicati stampa

“Premi internazionali del vino in Asia: Calasetta porta a casa argento e bronzo”

14 Settembre 2018

Comune di Calasetta

“Premi internazionali del vino in Asia: Calasetta porta a casa argento e bronzo”

I vini calasettani conquistano l’Estremo Oriente. All’ultima edizione del “Decanter Asia Wine Awards (DAWA)”, la più grande competizione enologica del continente asiatico, la cantina di Calasetta ha ottenuto due riconoscimenti prestigiosissimi: la medaglia d’argento per il Carignano “Piede Franco 2016”, quella di bronzo per il Vermentino “Cala di Seta 2017”.

Grande la soddisfazione dell’amministrazione comunale: «Queste certificazioni onorano la Cantina e riempiono di orgoglio il Comune – commenta Sergio Porseo, delegato a Turismo e Pro loco – l’amministrazione ha sempre creduto nelle qualità delle etichette nostrane e nelle abilità della cantina locale, sia a livello produttivo, che promozionale».

I risultati, resi noti giovedì 13 settembre, sono il frutto di un’accurata valutazione da parte di una giuria di 55 esperti che a Hong Kong, tra il 4 e il 7 settembre, hanno degustato vini provenienti da ogni angolo del mondo: secondo i dati riportati dall’organizzazione “DAWA”, hanno partecipato oltre 3000 vini da 37 nazioni.

«La capacità di distinguersi tra migliaia di competitor internazionali è indicativa del livello dei nostri prodotti – continua Porseo – e ci insegna una verità per niente banale: nel nostro piccolo territorio si realizzano vini capaci di conquistare il mondo: congratulazioni alla Cantina di Calasetta per aver riscosso anche questo successo».

 

 

Leggi tutto

La “Sagra del Pilau” finanziata dalla Regione

11 Settembre 2018

Comune di Calasetta

La “Sagra del Pilau” finanziata dalla Regione

 

La “Sagra del Pilau” cresce. Nei giorni scorsi la manifestazione del gusto che celebra il piatto tipico della tavola calasettana si è aggiudicata un fondo regionale di 11 mila 700 euro, in qualità di “manifestazione pubblica di grande interesse turistico”.

«È un’ottima notizia – commenta Sergio Porseo, delegato a Turismo, Comunicazione e Pro loco del Comune di Calasetta – ci consentirà di potenziare la prossima edizione di un evento nato solo quattro anni fa per volontà dell’attuale amministrazione, ma da subito capace di attirare moltissimi visitatori e di imporsi nel panorama gastronomico ben oltre i confini isolani».

La “Sagra del Pilau” (che possiede il suo marchio registrato), nata con la volontà di valorizzare la pietanza tradizionale di semola condita con frutti di mare, nel 2015 era infatti volata all’Expo di Milano per poi fare tappa a Madrid al “Circolo dei Sardi” presso il Consolato italiano.

«Il finanziamento rappresenta per noi soprattutto un premio alla tenacia e agli sforzi compiuti finora per ottenere buoni risultati – prosegue Porseo – malgrado le risorse economiche sempre piuttosto contenute, siamo riusciti a portare alcuni nomi di punta come Tessa Gelisio e Stefano Masciarelli per la conduzione di alcuni cooking show e iniziative analoghe».

E conclude: «Fondamentale è stata a tal proposito la collaborazione, a titolo gratuito, di molte associazioni locali come Pro loco, Ancilla Domini, Calasetta Basket: senza di loro non avremmo assistito alla crescita di questo evento».

Secondo le previsioni dell’amministrazione, anche la prossima edizione (la quinta) sarà – come da tradizione – organizzata nel mese di maggio.

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

Aumenti bollette Tari: lettera aperta del sindaco Antonio Vigo

06 Settembre 2018

Comune di Calasetta

Aumenti bollette Tari: lettera aperta del sindaco Antonio Vigo

In questi giorni i cittadini del Comune di Calasetta stanno ricevendo le cartelle relative alla Tari, la tassa sui rifiuti. Sulla base di un confronto con gli importi medi riportati nelle bollette dello scorso anno, le quote hanno subito un aumento del 20 per cento circa, provocando comprensibili malumori e lamentele tra i calasettani.

Io per primo, in qualità di sindaco, sono rammaricato del fatto che i cittadini siano tenuti a un esborso considerevole, ma ritengo sia doveroso e opportuno fare dei chiarimenti.

La bolletta ricevuta in questi giorni fa naturalmente riferimento alle spese del servizio di raccolta differenziata relativo a tutto il 2017. Inutile ricorrere a giri di parole: il 2017, per il Comune di Calasetta, è stato un anno terribile sotto il profilo del servizio suddetto. Nell’agosto di quell’anno, infatti, la ditta responsabile del servizio è fallita, interrompendo le operazione di raccolta dei rifiuti e provocando, nell’arco di pochissimo tempo, una situazione di reale emergenza (sanitaria, ancor prima che economica e di immagine). Rimasto orfano del servizio, il Comune ha dovuto mettere in atto misure d’urgenza: bonifiche e rimozione di cumuli (sarebbe più appropriato parlare di montagne) di pattume da ogni angolo del territorio, con conseguente trasporto e trasferimento presso i centri di raccolta rifiuti. Risultato? Il Comune ha speso oltre 265 mila euro solo per lo smaltimento dell’indifferenziata. Cifra stellare, che non avremmo mai voluto sborsare e che, soprattutto, non avremmo mai voluto far incidere sulle bollette degli utenti. Questo lo ribadiamo con forza e i fatti lo attestano: siamo il Comune con l’aliquota Imu più bassa e non facciamo pagare la Tasi.

Proprio a queste cifre astronomiche si deve l’aumento in bolletta 2018 (ribadiamo, relativo alle spese del 2017). Stiamo mettendo in atto ogni misura in nostro potere per evitare che fatti simili (per quanto indipendenti dalla nostra volontà) possano riverificarsi.

In prima battuta, la ditta fallita è stata denunciata dal Comune di Calasetta; i suoi dipendenti sono stati retribuiti come era giusto che accadesse; abbiamo provveduto ad affidare la gestione – in via provvisoria – a una nuova ditta e, contestualmente siamo coinvolti nell’attivazione del nuovo bando di gara per la raccolta differenziata in consorzio con il vicino Comune di Sant’Antioco. Secondo le previsioni, questo nuovo bando garantirà un drastico calo delle quote Tari (almeno il 25 per cento in meno).

Intanto la gestione provvisoria del servizio, attualmente in corso, ha fornito i suoi risultati: secondo i dati aggiornati a questo mese, il territorio urbano di Calasetta ha raggiunto l’80 per cento di indice di raccolta differenziata. Lo scorso anno, duole dirlo, si attestava al 22 per cento. E più si differenzia, e meno si paga: una tonnellata di indifferenziata costa 160 euro più IVA, lo stesso quantitativo di differenziata costa meno della metà. Pertanto coglieremo i primi veri risultati dal prossimo anno.

Confidiamo nella comprensione, nella pazienza e nel senso del decoro di tutta la cittadinanza: lo scorso anno abbiamo assistito un disastro ambientale e morale, l’abbiamo superato e questo è fondamentale per una comunità. In futuro non potrà che andare meglio perché lo sforzo sarà ripagato.

Antonio Vigo, Sindaco di Calasetta

Leggi tutto

Press tour Carignano: il Comune è pronto a collaborare con la Regione

04 Settembre 2018

Comune di Calasetta

“Press tour Carignano: il Comune è pronto a collaborare con la Regione”

L’amministrazione comunale di Calasetta accoglie con grande entusiasmo la recente decisione della Regione Sardegna di stanziare 30 mila euro per il progetto di valorizzazione di un tassello identitario fondante del territorio: il Carignano del Sulcis.

«L’iniziativa della Giunta regionale di organizzare un press tour mirato alla promozione del comparto vitivinicolo – commenta Sergio Porseo, consigliere al Turismo, Pro loco e Comunicazione – costituisce un segno inequivocabile di interesse e attenzione verso una risorsa protagonista della cultura enogastronomica locale».

In attesa di conoscere i dettagli del progetto promozionale, il Comune manifesta già da ora la più completa disponibilità a collaborare all’iniziativa e confida in un coinvolgimento attiva delle realtà territoriali accomunate dal vessillo del Carignano: «Calasetta possiede una radicata cultura vinicola e la sua cantina sociale, nata nel 1932 e produttrice di sei etichette, crede fortemente nel potere della promozione come testimonia la sua costante partecipazione agli eventi di settore e intesse rapporti commerciali anche con gli Stati Uniti e l’Estremo Oriente», aggiunge il consigliere.

Negli anni passati, l’amministrazione comunale ha ospitato a Calasetta delegazioni straniere di imprenditori ed esperti, nell’ambito di tour promozionali, al fine di favorire la diffusione della cultura del Carignano.

«Siamo certi che la recente iniziativa delle Regione darà i suoi frutti – conclude Porseo – noi siamo pronti a fornire tutta la nostra collaborazione».

 

Il Comune di Calasetta

 

 

 

Leggi tutto

“La scherma approda nell’isola per un camp estivo”

03 Settembre 2018

Comune di Calasetta

“La scherma approda nell’isola per un camp estivo”

 

Sono approdati nell’isola sabato primo settembre, pronti per una settimana intensa di allenamenti negli impianti sportivi di Calasetta. Si tratta della schiera dei giovani sciabolatori della prestigiosa “Sala scherma Società del Giardino” di Milano, impegnati in un camp estivo nato dalla collaborazione con l’amministrazione comunale.

«Gli atleti svolgeranno la preparazione agonistica nel palazzetto di Calasetta – spiega l’assessore allo Sport Cristiano Mercenaro – e per una settimana soggiorneranno in una struttura alberghiera del paese: ne siamo estremamente entusiasti».

Accanto al piacere di aprire le porte della struttura sportiva alle giovani promesse di una società di scherma rinomata (la “Società del Giardino” è nata nel 1783), si pongono considerazioni sulla possibilità di fare di Calasetta meta di preparazioni sportive anche nel futuro: «Favorire l’arrivo in paese di società e squadre per ritiri e allenamenti può portare benefici molteplici – commenta ancora Mercenaro – basti pensare che il gruppo appena arrivato, formato da 30 persone tra allievi e preparatori, alloggerà a sue spese in un hotel locale».

In quest’ottica si colloca il progetto di ospitalità alle formazioni sportive per consolidare, quindi, la fama di Calasetta come sede di camp e allenamenti agonistici, nonché per favorire un circuito di “turismo sportivo” che coinvolga le attività ricettive non solo nel periodo estivo.

«La destagionalizzazione in chiave sportiva è una prospettiva sulla quale stiamo lavorando – conclude l’Assessore allo Sport – per questo stiamo prendendo contatti con società, non solo di scherma, italiane e straniere: vorremmo averle a Calasetta nei vari periodi dell’anno».

Calasetta non è nuova ai rapporti con la scherma: nel maggio del 2016 il palazzetto aveva ospitato la nazionale femminile e maschile, nell’ambito di un raduno in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

Torre Sabauda chiusa al pubblico per ragioni di sicurezza

29 Agosto 2018

Comune di Calasetta

“Torre Sabauda chiusa al pubblico per ragioni di sicurezza”

 

 

Nei giorni scorsi la Torre Sabauda di Calasetta è stata chiusa al pubblico per ragioni di sicurezza. In seguito al sopralluogo e alla perizia dei tecnici comunali, è emerso che la scala esterna – che consente l’accesso alla struttura – presenta problemi di instabilità.

Da qui, la decisione dell’amministrazione di sospendere l’entrata al pubblico.

«Il Comune sta già provvedendo a ripristinare le condizioni di sicurezza della Torre Sabauda, allo scopo di garantire quanto prima una piena fruizione da parte di utenti e visitatori», spiega il vicesindaco Remigio Scopelliti. La Torre Sabauda, costruita tra il 1756 e il 1757, è una delle principali attrazioni turistiche nonché luogo di interesse storico-culturale di Calasetta. Non solo: è frequentemente scelta come sede di eventi e manifestazioni come mostre e performance artistiche.

«Fino a quando le opere di messa in sicurezza non saranno terminate, ogni iniziativa programmata alla Torre dovrà essere realizzata altrove», conclude Scopelliti.

 

Il Comune di Calasetta

Leggi tutto

Ordinanza del sindaco: caccia vietata in un’ampia zona dell’isola

25 Agosto 2018

Comune di Calasetta

Ordinanza del sindaco: caccia vietata in un’ampia zona dell’isola

 

Nei giorni passati il sindaco Antonio Vigo ha emanato un’ordinanza che vieta la pratica dell’attività venatoria in un’ampia area del territorio calasettano.

Il provvedimento si è reso necessario alla luce del notevole tasso di pericolosità delle battute di caccia organizzate nelle campagne dell’isola. Nella zona in questione (delimitata a ovest dalla Strada della Salina e Strada Spiaggiagrande; a nordovest da Strada Mercureddu; a est dalla strada Calalunga fino a Poggio Sisineddu; a sud in direzione Sisineddu fino al limite del Comune di Sant’Antioco), un tempo a vocazione agricola, negli ultimi anni si è registrato un incremento delle presenze di nuovi residenti e turisti, con conseguente aumento del traffico di automobilisti, ciclisti e pedoni. Da qui, la decisione di emanare l’ordinanza, supportata dalla collocazione di pannelli e tabellazioni di divieto.

Ma già in passato il primo cittadino aveva adottato analoghi provvedimenti in seguito alla segnalazione, come spiega, «di numerose inottemperanze al rispetto delle distanze dagli immobili e dalle strade da parte dei cacciatori, con conseguente grave disagio da parte dei cittadini e pericolo per la pubblica incolumità».

 

Il Comune di Calasetta

 

 

Leggi tutto

“Scrivi al Comune”: bilancio positivo per il filo diretto tra ente e cittadini

23 Agosto 2018

“Scrivi al Comune”: bilancio positivo per il filo diretto tra ente e cittadini

Con oltre cento e-mail ricevute in poco più di un mese, per il Comune di Calasetta i tempi sono maturi per un primo bilancio sul servizio “Scrivi al Comune”, il filo diretto che consente ai cittadini (senza escludere turisti e visitatori) di contattare l’ente per segnalare disservizi, avanzare proposte ed evidenziare criticità.

«Il primo dato che salta all’occhio è il numero di e-mail ricevute – commenta Sergio Porseo, consigliere delegato alla Comunicazione – per noi sono segno di forte spirito collaborativo e capacità di analisi critica da parte di cittadini e turisti, elemento non di poco conto in un momento storico in cui si parla di sfiducia nelle istituzioni».

Su un totale di 107 e-mail ricevute, un terzo consiste nella segnalazione di discariche abusive, presenti con fortissima incidenza nelle aree extraurbane (in prossimità di spiagge e di agglomerati di campagna).

«In questo caso, il servizio è utilissimo: gli occhi dei cittadini arrivano dove non sempre riescono quelli dell’amministrazione – prosegue Porseo – anche perché alcuni depositi illegali di rifiuti compaiono in luoghi impensabili, fuori dagli itinerari degli addetti alla raccolta differenziata». In quest’ottica, risulta fondamentale l’invio di materiale fotografico, reso ancora più agevole dall’ottimizzazione del servizio di invio. «In seguito al lancio di “Scrivi al Comune”, lo scorso 16 luglio, alcuni utenti avevano lamentato difficoltà nell’utilizzo del form – precisa il delegato – nell’arco di due giorni abbiamo messo in rete la nuova versione che consente di allegare file di immagine in numerosi formati».

Altro argomento di punta, restando in tema di ambiente e decoro, è la raccolta differenziata: in questo caso, accanto a qualche lamentela sui sacchetti ritirati più tardi rispetto alle aspettative dei residenti, compaiono spunti propositivi. Qualche esempio: il suggerimento di consentire, nel piano di raccolta del porta a porta, il conferimento degli olii esausti e dei medicinali.

Non mancano le segnalazioni di situazioni di potenziale pericolo per i cittadini: tombini divelti, materiali tossici abbandonati in aree verdi o, dopo i temporali dei giorni passati, ampie pozzanghere difficilmente percorribili perfino in auto. E, seppur in maniera minore, il servizio “Scrivi al Comune” ha ricevuto e-mail finalizzate a ricevere informazioni sulla spiagge destinate ai cani e sulle strutture ricettive dog-friendly.

«Quelle evidenziate sono situazioni critiche – conclude Porseo – ma il servizio è nato appositamente per questo: per individuare i problemi e garantire una soluzione».

Leggi tutto

Rete commerciale di Calasetta: continuano i lavori di riqualificazione

10 Agosto 2018
“Rete commerciale del centro urbano: continuano i lavori di riqualificazione”

Procede senza sosta il progetto di riqualificazione della “rete commerciale” di Calasetta, finalizzato al rifacimento delle vie del centro urbano in cui si concentra un’alta percentuale di attività del commercio locale.

Mentre il Comune dichiara conclusa la prima fase dei lavori che ha portato alla nuova pavimentazione nella centralissima via Vittorio Emanuele, la cittadina attende la fine della stagione estiva per il secondo ciclo di interventi che interesserà le arterie in prossimità di piazza Belly: via Porcile, via Lomellini e via Tabarchini (e con il ribasso sull’importo dei lavori, anche via Roma).

«Trattandosi di opere pubbliche di rilevanza, preferiamo aspettare la fine dell’estate per evitare disagi a cittadini e visitatori – spiega il sindaco Antonio Vigo – e per scongiurare le limitazioni al flusso di traffico che nell’alta stagione subisce un’impennata».

Nello specifico, gli interventi garantiranno un vero e proprio relooking alle vie coinvolte nel progetto, contribuendo a tracciare una rinnovata immagine globale dell’area interessata: nuove pavimentazioni in ignimbrite e abbattimento della barriere architettoniche in via Lomellini e in via Porcile (in quest’ultima sarà realizzata anche una fontana a pavimento e verrà sistemata l’area verde); riqualificazione architettonica di via Tabarchini, con una nuova pavimentazione nel tratto tra via Umberto e via Vittorio Emanuele e la sistemazione della vecchia superficie nella porzione tra via Vittorio Emanuele e la Torre Civica.

Il progetto, coperto da un finanziamento di 467 mila euro, potrà inoltre garantire anche degli interventi in via Roma: «Grazie a un importo ricavato con il ribasso di gara, si procederà alla sistemazione di questa importante porzione della nostra rete viaria», precisa il primo cittadino.

Non è tutto: sono previste anche varie opere di sistemazione delle reti idriche e fognarie, secondo le indicazioni di Abbanoa.

Leggi tutto

Comunicato stampa - Biglietto integrato, i musei di Calasetta e Sant’Antioco fanno rete

07 Agosto 2018

Biglietto integrato, i musei di Calasetta e Sant’Antioco fanno rete

Calasetta e Sant’Antioco fanno rete all’insegna della promozione culturale e del potenziamento dell’offerta turistica. Nasce il “Biglietto unico”, un innovativo sistema di bigliettazione integrata che, con un solo ticket al costo di 10 euro, consentirà al visitatore di accedere al MACC – Museo d’arte contemporanea – e alla Torre Sabauda di Calasetta, nonché al MAB – Museo Archeologico Ferruccio Barreca – e al Tofet – di Sant’Antioco. Un’offerta variegata, dunque, che spazia dalle ricchezze archeologiche presenti nel Comune di Sant’Antioco, all’arte contemporanea del museo calasettano, senza dimenticare la Torre sabauda che domina sulla cittadina dai toni bianchi e celesti. La presidente della Fondazione MACC di Calasetta, Maricarla Armeni, spiega le finalità del progetto: «La Direzione della Fondazione MACC, insieme alla Direzione del Museo MAB, ha trovato un accordo per proporre ai visitatori un biglietto integrato per i Musei dell’isola di Sant’Antioco, che non è solo un’opportunità di riduzione dei costi che diamo ai visitatori, ma anche un’occasione che scegliamo di darci come territorio».

Sulla stessa linea la curatrice del MAB, Sara Muscuso: «Per valorizzare e promuovere l’offerta culturale del territorio è opportuno prevedere azioni specifiche che consentano una maggiore attrattività degli istituti culturali del luogo, mediante l’avvio di collaborazioni intercomunali che favoriscano la creazione di una rete e la messa a sistema di un’offerta articolata e differenziata».

Per l’Assessore alla Cultura e ai Beni Archeologici di Sant’Antioco, Rosalba Cossu, «questo è solo il primo tassello di una proficua collaborazione tra i due comuni dell’isola di Sant’Antioco, finalizzata alla valorizzazione delle nostre rispettive ricchezze». Un primo passo, appunto, sui cui frutti pone l’accento Efisio Carbone, Direttore del MACC: «L’isola di Sant’Antioco è un piccolo gioiello su cui si concentra una storia lunghissima e straordinaria: dall’archeologia all’arte contemporanea, circondati da un mare cristallino. L’intesa tra la Fondazione MACC e il MAB segna una precisa direzione che, come tutte le cose belle, produrrà ottimi risultati».

Comune di Calasetta, Comune di Sant’Antioco

Leggi tutto

Pulizia spiagge e polemiche. Il sindaco: "Nessun danno ambientale e nessuna spiaggia sporca"

01 Agosto 2018
Pulizia spiagge e polemiche. Il sindaco: "Nessun danno ambientale e nessuna spiaggia sporca”

In riferimento alle recenti polemiche, sollevate da un comitato cittadino, che descrivono il Comune di Calasetta come autore di modalità di pulizia dei litorali capaci di creare gravi danni ambientali, il sindaco Antonio Vigo respinge con decisione ogni accusa.

«Lo spostamento di materiale dagli arenili non è certamente un lavoro da condurre con il supporto di rastrellino e paletta – argomenta – bensì un intervento che nel nostro caso ha portato allo spostamento di centinaia di tonnellate tra posidonia e componenti varie».

Va da sé che l’amministrazione, di concerto con la Guardia Forestale di Sant’Antioco, abbia fatto ricorso a mezzi meccanici di dimensioni consentite dalla legge (con particolare riferimento alla delibera regionale n.40/13 del 6 luglio 2016, il cui allegato 1 parla chiaro), senza che questi transitassero in alcun modo sui rilievi dunali e sulla vegetazione.

«Per le medesime ragioni di rispetto della legge e dell’ambiente, nessun mezzo cingolato è stato utilizzato nelle operazioni. Invito pertanto gli autori di queste critiche pretestuose a un’attenta lettura delle carte», aggiunge il primo cittadino.

Sempre in tema di spiagge, il sindaco tiene a fare delle precisazioni rivolte a coloro (residenti e non) che segnalano al Comune la presenza di posidonia sugli arenili, etichettandoli come “sporchi”: «Abbiamo seguito le linee guida della circolare emanata dall’Assessorato Regionale di Difesa dell’Ambiente (e dell’Assessorato degli Enti Locali) in materia di spostamento e riduzione degli accumuli di biomasse e dunque di posidonia».

Nello specifico, i responsabili delle operazioni hanno collocato i cumuli di posidonia alla base del sistema dunale che insiste nei litorali calasettani. Come recita la circolare regionale suddetta, l’opzione di mantenimento in loco degli accumuli di biomasse come la posidonia è l’unica ammissibile in caso di gravi fenomeni erosivi. E tali fenomeni erosivi non sono certo mancati: basti pensare alle mareggiate del giugno scorso. Alla luce di quanto detto, la collocazione di posidonia alla base dei rilievi dunali è consentita dalla normativa ed è indicata come strumento di vera e propria protezione dell’ecosistema peculiare delle spiagge di Calasetta.

Spiagge sporche? Nient’affatto: la posidonia non è spazzatura.

Leggi tutto

Nuovo sistema di telecamere: al via i lavori di installazione

28 Luglio 2018

“Nuovo sistema di telecamere: al via i lavori di installazione”

Sedici dispositivi, 101 mila euro di dotazione finanziaria, un server capace di memorizzare immagini fino a cinque giorni. Ecco i numeri principali del nuovo sistema di videosorveglianza voluto dal Comune di Calasetta per garantire la sicurezza del cittadino e la tutela del paesaggio.

I lavori di installazione hanno preso il via la scorsa settimana: secondo le linee progettuali dell’ente tabarchino, che ha lavorato in collaborazione con la Prefettura di Cagliari, i dispositivi saranno collocati nelle zone più disparate del territorio comunale. Prestando particolare attenzione ad alcune aree: «Non mancheranno le telecamere all’entrata e all’uscita del paese – precisa il sindaco Antonio Vigo – si tratterà di dispositivi dotati di lettore della targa automobilistica». Una misura fondamentale per il monitoraggio del flusso di traffico: «E, quindi, di controllo sull’intero territorio comunale», aggiunge il primo cittadino.

Un altro versante in cui gli strumenti di videosorveglianza saranno presenti è quello costiero: in questo caso il sistema, per lavorare a pieno regime e senza alcuna interruzione di segnale, si servirà della collaborazione del Comune di Carloforte.

«Poiché le coste non possiedono un collegamento radio diretto – precisa Vigo – abbiamo ottenuto da Carloforte la possibilità di utilizzare il loro segnale di rimbalzo».

Occhi della sorveglianza puntati poi su zone (anche rurali ed extraurbane), spesso trasformate in discariche a cielo aperto dagli esperti nel lancio del sacchetto selvaggio.

«L’importanza di questa operazione consiste proprio nella sua capacità di risultare utile su molteplici versanti problematici – conclude Vigo – vandalismo, microcriminalità, inciviltà verso l’ambiente: confidiamo che il sistema funga da deterrente, oltre che da strumento concreto nell’individuazione di coloro che non rispettano la legge».

Gli investimenti provengono da risorse regionali cui si aggiunge un contributo comunale pari al 10 per cento del quadro economico complessivo.

Leggi tutto

Pagina 5 di 5

Loading...
Contatti Rete Civica del comune di Calasetta
I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori. Grazie
Inserire il nome
Email errata
Inserire il testo
File permessi: jpg, gif, tiff, png, doc, docx, pdf, rtf, txt
Loading...
Attivazione anagrafe online Rete Civica del comune di Calasetta
Con questa registrazione avrete la possibilità di richiedere e stampare alcuni certificati di anagrafe e di stato civile, per sé e per i componenti della propria famiglia anagrafica, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo senza doversi recare presso gli uffici comunali.
I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori. Grazie
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Codice fiscale non conforme
Numero di telefono mancante
Email errata
Email errata
Allegare documento d'identità
File permessi: jpg, gif, tiff, png, doc, docx, pdf, rtf
File non presente
Devi accettare il consenso.